Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on LinkedInShare on StumbleUponShare on RedditPin on PinterestShare on Tumblr

Il Tuo Indirizzo IP: 54.81.104.61




Powered by GeoIPView

Un indirizzo IP (dall’inglese Internet Protocol address) è un’etichetta numerica che identifica univocamente un dispositivo (host) collegato a una rete informatica che utilizza l’Internet Protocol come protocollo di comunicazione. Un indirizzo IP assolve essenzialmente a due funzioni principali: identificare un dispositivo sulla rete e di conseguenza fornirne il percorso per la sua raggiungibilità da un altro terminale o dispositivo di rete in una comunicazione dati a pacchetto. Più esattamente l’indirizzo IP viene assegnato a una interfaccia (ad esempio una scheda di rete) che identifica l’host di rete, che può essere un personal computer, un palmare, un router, elettrodomestici in generale, ecc. Va considerato, infatti, che un host può contenere più di una interfaccia: ad esempio, un router ha diverse interfacce (minimo due) per ognuna delle quali occorre un indirizzo IP.





L’indirizzo IP è un indirizzo di livello 3 del modello ISO-OSI che si rende necessario per l’instradamento indiretto tramite l’omonimo protocollo di rete IP ovvero per interconnettere (internetworking) più sottoreti diverse all’interno del paradigma TCP-IP della rete Internet. Si contrappone all’indirizzo fisico di livello 2 o indirizzo MAC utilizzato invece per l’ instradamento diretto all’interno di una sottorete locale.
Nella maggior parte dei casi (connessioni ADSL), l’indirizzzo IP è Dinamico.
Gli indirizzi dinamici vengono utilizzati per identificare dispositivi non permanenti in una LAN.
Un server DHCP presente nella LAN assegna dinamicamente e automaticamente l’indirizzo scegliendolo casualmente da un range preimpostato. Si può scegliere l’intervallo di indirizzi a seconda del numero delle utenze della rete impostando la netmask, ossia dicendo al server DHCP quanti bit dell’indirizzo sono assegnabili dinamicamente a ogni singolo client che fa accesso.


Per esempio, se la netmask ha valore 255.255.255.0 (dove ogni blocco separato da puntini denota un gruppo di 8 bit) solo gli ultimi 8 bit sono assegnabili agli host.
Gli Internet Service Provider (ISP), per esempio, utilizzano un numero di indirizzi assegnabili ristretto per una vasta clientela facendo leva sul concetto che non tutti i client saranno connessi nello stesso momento. Questo sistema viene utilizzato soprattutto per gli accessi dial-up, Wi-Fi o in qualsiasi altro accesso temporaneo permettendo, per esempio a un portatile, di connettersi a un’ampia varietà di servizi senza la necessità di dover conoscere i dettagli di indirizzamento di ogni rete.
Gli indirizzi statici vengono utilizzati per identificare dispositivi semi-permanenti con indirizzo IP permanente.

I Server utilizzano tipicamente questo metodo di indirizzamento.
Sul fronte della sicurezza informatica l’assegnazione di un IP statico rende il computer più soggetto ad attacchi informatici.
L’indirizzo statico può essere configurato direttamente sul dispositivo, oppure come parte di una configurazione DHCP che associa all’Indirizzo MAC il corrispondente indirizzo IP statico.

Visita NumeroIP.it ogni qualvolta vuoi scoprire il tuo indirizzo IP!

NumeroIP.it – Facile da ricordare!